La felicità del quotidiano


Quando un videoclip può fare la differenza…

Prendo una canzoncina che quand’ero piccolo (quasi quaranta anni fa) andava per la maggiore. Il testo era una filastrocca che invitava i bimbi al movimento: “Se sei felice tu lo sai batti le mani… se sei felice tu lo sai batti i piedi…”. Metto un video recente, adatto ai bambini.

Oggi c’è una versione adulta: il testo di “Happy” di Pharrell Williams non è poi molto più intelligente: “Potrebbe sembrare da pazzi ciò che sto per dire: i raggi del sole sono qui, puoi portarli via, sono una mongolfiera che potrebbe arrivare nello spazio con l’aria come se comunque non mi interessasse. Perché sono felice, batti le mani se ti sembra di essere una stanza senza un tetto. Perché sono felice, batti le mani se ti senti che la felicità sia la verità. Perché sono felice, batti le mani se sai cosa è per te la felicità. Perché sono felice, batti le mani se senti che è quello che vuoi fare. Ed ecco le cattive notizie. Yeah, dammi tutto ciò che hai non fermarti, Yeah, probabilmente dovrei metterti in guardia che starò bene, Yeah, senza offesa non perdere il tuo tempo ecco perché”. Ma il colpo di genio è il video: persone qualsiasi di Los Angeles vengono invitate a danzare sulle note di “Happy”, con l’intento di formare un video di 24 ore, frutto del montaggio di tutte quelle immagini. Che idea ne deriva? La felicità del quotidiano.

3 risposte a "La felicità del quotidiano"

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...