Pubblicato in: Bibbia e Spiritualità, Filosofia e teologia, musica

Pensieri inconsapevoli

Ci sono delle volte in cui la nostra mente si arrovella in mille rivoli, tante ipotesi, molti pensieri. A volte si tratta di pensieri consapevoli, altre volte no e ti ritrovi a conclusioni senza sapere il percorso fatto. Provi a ricostruire, ma non c’è possibilità. Le preoccupazioni pesano e l’amore sembra essere soffocato. I Pearl Jam invitano invece ad altro: “Respira forte prendi il meglio: questa è la vita. Cerca l’amore e la prova che ritieni valga, ingoia tutta la negatività, è così triste e disgustosa… Riempi l’aria d’amore, il buio con la luce delle stelle.”

Una delle libere associazioni che a me piacciono tanto, un po’ alla “Into the wild” 😉

“E perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora se Dio veste così l’erba del campo, che oggi c’è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede? Non affannatevi dunque dicendo: Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo? Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno. Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.” (Mt 6,28-34)

 

Inconsapevole pensiero

Tutti i pensieri che non consideri mai che fai in continuazione

Il cervello è ramificato, la mente è profonda, oh stai affondando?

Pensa al percorso di ogni giorno, quale strada stai per prendere?

Respira forte prendi il meglio: questa è la vita.

Cerca l’amore e la prova che ritieni valga,

ingoia tutta la negatività, è così triste e disgustosa.

Senti l’aria sopra di te, una piscina di cielo blu.

Riempi l’aria d’amore, il buio con la luce delle stelle.

Senti il cielo come una coperta fatta di pietre preziose e diamanti falsi.

Guarda il sentiero disegnato dalla luna perché tu lo possa percorrere.

Niente è rimasto, non è rimasto niente

Niente lì, niente qui

Guarda il sentiero disegnato dalla luna perché tu lo possa percorrere.

Guarda le onde sulle rive lontane: non aspettano altro che te.

Sogna i sogni di altri uomini, non sarai il rivale di nessuno

Un tempo lontano, uno spazio lontano, è lì che viviamo,

un tempo lontano, un posto lontano, allora tu cosa stai dando?

Pubblicato in: Bibbia e Spiritualità, musica

Le nostre ombre più lunghe delle nostre anime

Andare su google, scrivere Stairway to heaven, e trovare tutto e il contrario di tutto: “è una canzone di speranza”, “è un brano di disperazione”, “il pifferaio è Dio”, “il pifferaio è Satana, c’è anche un messaggio subliminale”… Questo è il testo, sotto c’è il video.

C’è una signora che è sicura che sia oro tutto quel che luccica e sta comprando una scala per il paradiso: quando vi arriverà sa che se tutti i negozi sono chiusi con una parola può ottenere ciò per cui è venuta e sta comprando una scala per il paradiso.

C’è una scritta sul muro ma lei vuole essere sicura perché, come tu sai, talvolta le parole hanno due significati. Su un albero vicino al ruscello c’è un uccello che canta, talvolta tutti i nostri pensieri sono sospetti e questo mi stupisce, e questo mi stupisce.

C’è una sensazione che provo quando guardo a Ovest e il mio spirito grida di andarsene. Nei miei pensieri ho visto anelli di fumo attraverso gli alberi e le voci di coloro che stanno in piedi a osservare.

Oooh e questo mi stupisce, ooooh e questo mi stupisce davvero.

E si mormora che presto, se tutti noi intoniamo la melodia, il pifferaio ci condurrà alla ragione e albeggerà un nuovo giorno per coloro che aspettavano da lungo tempo, e le foreste risponderanno con una risata.

E questo mi stupisce.

Se c’è trambusto nella tua siepe non ti allarmare, è solo la pulizia di primavera per la festa di Maggio.

Sì, ci sono due strade che puoi percorrere ma a lungo andare c’è sempre tempo per cambiare strada e ciò mi stupisce.

La tua testa ti ronza e il ronzio non se ne andrà nel caso tu non lo sapessi. Il pifferaio ti sta chiamando per unirti a lui. Signora cara, può sentire il vento soffiare? che la sua scala è costruita sul vento mormorante?

E scendiamo in strada, le nostre ombre più lunghe delle nostre anime, là cammina una donna che noi tutti conosciamo, che risplende di luce bianca e vuole dimostrare come qualsiasi cosa si tramuti in oro. E se ascolti molto attentamente alla fine la melodia verrà da te quando tutti sono uno e uno è tutti per essere una roccia e per non rotolare via.

E sta comprando una scala per il paradiso.