Pubblicato in: Bibbia e Spiritualità, cinema e tv, Etica, opinioni

Fotografare

cc.jpgSimo, cos’è per te fotografare? Me lo ha chiesto poco tempo fa un amico. Ed ecco che oggi mi sono imbattuto in un articolo di Roberta De Monticelli in cui si cita Camus: “La nostra epoca ha nutrito la propria disperazione nella bruttezza e nelle convulsioni. (…). Noi abbiamo esiliato la bellezza, i Greci per essa hanno preso le armi”. La macchina fotografica rappresenta la mia arma per immortalare la bellezza. Non sempre fotografo “belle cose”, ma la bellezza è quella che assaporo dopo, davanti all’immagine, e che ho proiettato dentro di me nel momento dello scatto. Uno dei due protagonisti del film American Beauty ha la mania della videocamera e riprende il volteggiare confuso e disordinato di un sacchetto di carta e dice: “Era una di quelle giornate in cui tra un minuto nevica. E c’è elettricità nell’aria. Puoi quasi sentirla… mi segui? E questa busta era lì; danzava, con me. Come una bambina che mi supplicasse di giocare. Per quindici minuti. È stato il giorno in cui ho capito che c’era tutta un’intera vita, dietro a ogni cosa. E un’incredibile forza benevola che voleva sapessi che non c’era motivo di avere paura. Mai. Vederla sul video è povera cosa, lo so; ma mi aiuta a ricordare. Ho bisogno di ricordare. A volte c’è così tanta bellezza nel mondo, che non riesco ad accettarla… Il mio cuore sta per franare”. Ecco, secondo me siamo in un momento in cui invece non c’è molta bellezza, e allora amo fermarla in uno scatto, farla mia, possederla per un attimo per poi condividerla.

Pubblicato in: Bibbia e Spiritualità, Etica, Filosofia e teologia, Letteratura, Scuola

Guardare con gli occhi dell’anima

ww.jpg

Poco meno di due settimane fa c’è stata la serata di fine anno della nostra scuola. Ci sono stati ballerini, il coro, ginnasti, video, la citazione di tutti i premi vinti e le certificazioni linguistiche… C’è stata anche Francesca, una studentessa di 5AS che ci ha regalato una bella emozione leggendo le sue riflessioni e una sua poesia. Le ho chiesto di spedirmele e di poterle pubblicare. Per fortuna ha accettato, così posso condividere qui le emozioni di quella sera. Grazie

“Riflettendo in un pomeriggio di sole ho pensato di riportare sulla carta le suggestioni che percorrevano la mia mente. Il sole e il bel tempo mi mettono una grande allegria. La luce, infatti, aiuta a vedere meglio le cose, ad apprezzarle per come sono. Ed è questo in realtà che mi fa sorridere.

Amo osservare cose e persone e soprattutto cerco di scoprire come sono fatte veramente. Perché …dietro alla maschera di ognuno c’è molto di più, tutto quello che con i soli occhi del viso non si riesce a cogliere. Guardando con gli occhi dell’anima si può percepire la grandezza della diversità:

NON tutti abbiamo due braccia, due gambe, due occhi;

NON tutti abbiamo il dono della vista, della parola, della scrittura, del pensiero logico;

NON tutti amiamo, pensiamo, desideriamo le stesse cose,

ma se c’è una cosa che ci accomuna è che abbiamo l’immensa fortuna di essere tutti qui su questa terra.

E allora dobbiamo amarci e rispettarci, imparare ad apprezzare anche i difetti dell’altro e scoprire la ricchezza, la bellezza e le risorse che si nascondono in colui che consideriamo diverso.

Abbiamo tutti dei sogni, magari anche gli stessi, l’unica cosa che cambia è la modalità per raggiungerli.

Ognuno sceglie la sua strada: lineare, tortuosa, in salita, in discesa; ciò che importa è che tutte portano alla stessa meta.

La vita umana è unica ed irripetibile, per questo dobbiamo impegnarci al massimo per viverla nel miglior modo possibile, sia per noi stessi che per gli altri.

L’esistenza di ognuno deve essere degna di essere vissuta fino in fondo.

Abbiamo tutti dei diritti, primo fra tutti il diritto di essere rispettati per quello che siamo, di essere amati ed apprezzati per le nostre qualità, ma anche per i nostri difetti o le nostre mancanze.

Non esiste una definizione universale di normalità e perfezione.

Anzi, queste ultime non esistono nemmeno.

Ognuno di noi è un essere unico e speciale e già per questo perfetto.

 

La Diversità

La diversità è…

Un punto di vista nuovo

Con il quale osservare il mondo…

Un metodo originale

Per raggiungere i propri obiettivi…

Un’opportunità

Per confrontarsi…

Un’occasione

Per crescere…

Uno stile

Contro corrente…

Uno strumento

Per sentirsi i soli e gli unici…

Un quadrifoglio

Nel prato del conformismo…

La ricerca del senso

Della propria esistenza…

Una risorsa

Tutta da scoprire…

Questa è la diversità.

Quella bellezza

Apprezzabile solo se

Si guarda con gli occhi dell’anima…

Quella luce

Che illumina gli occhi…

Quel lume di speranza

Che mai deve spegnersi…

Quell’amore per la vita

Incondizionato ed eterno

Che solo la diversità può donare.

La diversità esiste.

La diversità ci circonda.

La diversità siamo noi.”

Francesca Del Zotto