Pubblicato in: Filosofia e teologia, Religioni, Storia

La Provvidenza?

Stamattina in una classe abbiamo parlato di quando Dio e le religioni vengono tirati in ballo dalla politica, dalle ideologie, dal potere… Allora ho chiesto “Vi leggo una frase togliendo una parola chiave. Chi potrebbe averla detta? Quando guardo agli ultimi cinque anni che stanno dietro di noi non posso fare a meno di dire: questa non è stata opera solo dell’uomo. Se la Provvidenza non ci avesse guidati spesso, non sarei stato in grado di percorrere questo cammino vertiginoso. C’è qualcosa che i nostri avversari dovrebbero sapere sopra ogni cosa. Che noi, …, siamo fondamentalmente dei devoti. Non abbiamo scelta: nessuno può fare la storia di una nazione o la storia del mondo se le sue azioni e le sue capacità non sono benedette dalla Provvidenza.” Sono cominciate a piovere le risposte “Dante!” “Martin Luther King” “Il gen. Patton” “Gandhi” e “Prof, non vorrei dire una cavolata, ma a me viene in mente Hitler”. Sguardi attoniti. Intervengo io: “In effetti al posto dei puntini c’è la parola “nazionalsocialisti”.”

dreamstime_xxl_13673729.jpg