Pubblicato in: Etica, Religioni, Scienze e tecnologia

Prosecco halal


“Cosa si perde chi non l’ha mai provato” mi ha detto poco tempo fa, a una cena, un amico che stava sorseggiando un prosecco. Devono averlo pensato anche i fratelli Polegato, che si sono inventati lo spumante halal. Questo qui sotto è un estratto dell’articolo intero.

zerotondo.jpg“Metti una sera un gruppo di extracomunitari a degustare vino insieme a un produttore trevigiano, e nasce lo spumante ‘Halal’. Non un vero e proprio vino, in realtà, ma un succo d’uva spumante rigorosamente biologico. Un prodotto capace quindi di andare incontro alle esigenze religiose degli islamici, ma anche di aprire nuovi mercati per il Prosecco trevigiano. E’ la nuova idea di Astoria Vini, azienda di Refrontolo (Treviso) guidata dai fratelli Paolo e Giorgio Polegato, che lanciano in questi giorni ‘Zerotondo’, spumante che può fregiarsi del marchio ‘Halal’, l’ente che certifica i prodotti conformi alle regole islamiche di liceità (halal). Idea che nasce da una serata, ma soprattutto dal rapporto particolare che da sempre lega l’azienda con le varie realtà etniche presenti sul suo territorio e che negli anni l’ha vista protagonista di numerose campagne sociali e iniziative con le comunità multiculturali. “Abbiamo sempre avuto -racconta a Labitalia Paolo Polegato- un approccio multiculturale con il territorio. E un giorno abbiamo organizzato con un ristorante arabo di Treviso un corso per sommelier dedicato ad extracomunitari, ma tra i partecipanti ovviamente c’è stato chi si è rifiutato di assaggiare i vini in degustazione. Così, abbiamo pensato di realizzare uno spumante analcolico che potesse essere bevuto anche da loro. Da qui abbiamo sviluppato un progetto anche commerciale, destinato al consumo da parte dei musulmani presenti sul nostro territorio, ma anche all’esportazione nei paesi arabi”. E lo spumante ha già dato vita a un nuovo aperivito, ‘Tondospritz’, dove ‘Zerotondo’ viene miscelato con un bitter concentrato analcolico: uno spritz analcolico, insomma, destinato soprattutto ai giovani.”

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.