Attesa

5271285315_1827d7243d_b.jpg

Domani inizia l’Avvento. Il 2 dicembre 1928 Dietrich Bonhoeffer così predicava:

“Celebrare l’Avvento, significa saper attendere, e l’attendere è un’arte che, il nostro tempo impaziente, ha dimenticato. Il nostro tempo vorrebbe cogliere il frutto appena il germoglio è piantato; così, gli occhi avidi, sono ingannati in continuazione, perché il frutto, all’apparenza così bello, al suo interno è ancora aspro, e, mani impietose, gettano via, ciò che le ha deluse. Chi non conosce l’aspra beatitudine dell’attesa, che è mancanza di ciò che si spera, non sperimenterà mai, nella sua interezza, la benedizione dell’adempimento.”

La raccolta delle clementine

Pic8.jpg

Non posto tutto l’articolo perché lunghetto, lo trovate qui. Si racconta di sfruttamento, ‘ndrangheta, clementine (sì, sì, i frutti), immigrazioni, omertà, sopravvivenza…

Ulisse e cinema come esperienza di soglia

Un video di presentazione di un libro sul rapporto tra cinema e filosofia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: