Pubblicato in: Bibbia e Spiritualità, Etica, Letteratura

La solitudine secondo Keats


In prima affronteremo l’argomento della solitudine. Anticipo l’argomento con questa poesia di John Keats.

1959876753.jpg

 

Solitudine, se vivere devo con te,

sia almeno lontano dal mucchio confuso

delle case buie; con me vieni in alto,

dove la natura si svela, e la valle,

il fiorito pendio, la piena cristallina

del fiume appaiono in miniatura;

veglia con me, dove i rami fanno dimore,

e il cervo veloce, balzando, fuga

dal calice del fiore l’ape selvaggia.

Qui sarei felice anche con te. Ma la dolce

conversazione d’una mente innocente, quando le parole

sono immagini di pensieri squisiti, è il piacere

dell’animo mio. E’ quasi come un dio l’uomo

quando con uno spirito affine abita in te.

                                                              (John Keats)

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.